venerdì 30 ottobre 2020

Review Party: Al di là di Borgo Opaco di Emanuela A. Imineo


Titolo: Al di là di Borgo Opaco

Autore: Emanuela A. Imineo (Autrice già per Amazon per Guarda oltre ciò che vedi)

Prezzo: 12,99€

Pagine: 360 con illustrazioni

Isbn: 979-1220068529

Acquista su Amazon e nelle migliori librerie. E su Kindle Unlimited è gratis!

Trama: 

Tra i picchi delle più alte montagne, punto d'incontro di Umani e Dei crudeli, c'è un luogo maledetto dove il buio quasi diventa suono, assordante e oscuro. Con la luce del sole però torna a essere Borgo Opaco: un villaggio unico, malinconico e ridente, dove culti e i riti di ogni epoca e provenienza convivono in serenità. Tra i suoi abitanti troviamo Moon, un'adolescente che professa l'Antica Religione. Moon ha perso i genitori e vive con Nymphe, sua nonna: una strega che, per malattia o sortilegio, non ha più la facoltà di esprimersi in maniera lucida e coerente. Tra rabbia e dolore, sacrifici umani e ricerca del proprio destino, Moon si troverà di fronte a due sentieri e dovrà compiere la sua scelta: potrà riempirsi di oscurità o sacrificarsi per la salvezza. Due incontri segneranno il suo percorso: quello con Metelaine, all'apparenza una ragazza come lei ma forse non umana, e quello con Provenza, la ninfa immortale preda della morte. Crescere è sempre scegliere, ma cosa deciderà Moon? E chi ne pagherà il prezzo? 

Recensione 

Devo dire che questa recensione è stata una delle più difficili da scrivere degli ultimi tempi, la storia è classificata Dark fantasy ma la componente Dark la possiamo trovare solo ed esclusivamente nei sentimenti dei personaggi, nelle sofferenze che sono costretti a vivere e nell'odio che a volte questi sentimenti accompagnano. Il cuore pulsante di questa storia è formato da due componenti fondamentali Moon, un adolescente tormentata, e Provenza, una ninfa accecata dall'odio e dal dolore. Cosa accomuna queste due donne? Sicuramente il dolore per la perdita delle persone a loro care e il modo in cui hanno reagito al lutto. Tutta la storia è narrata in terza persona ma dal punto di vista di alcuni dei personaggi più importanti. La narrazione parte da Moon e dalla sua infanzia triste e solitaria. Quando era una bimba ha perso i suoi genitori ed è stata costretta a crescere nella casa della nonna, una strega dell'Antica religione, una donna severa e a tratti scostante, con la mente ottenebrata. La solitudine e la sofferenza hanno portato la ragazzina a diventare un adolescente solitaria, egocentrica e soprattutto molto egoista, si troverà a dover compiere delle scelte terribili che la porteranno verso la luce o verso l'oscurità della sua anima. Il percorso di Moon sarà di crescita e di maturazione, un cambiamento che viviamo tutti prima o poi nella vita ma che nel suo caso potrebbe avere conseguenze terribili. Provenza a differenza di Moon è una donna fragile e delicata, totalmente incapace di affrontare il dolore della vita, compie una scelta difficile rinunciando ai suoi doni per l'amore di un uomo(come nella migliore mitologia classica) ma nel momento della perdita non sa come affrontare le conseguenze delle sue scelte, lascia che l'amore diventi odio e vendetta. Provenza non riesce a vedere le possibilità di gioia che avrebbe avuto nonostante tutto e le distrugge di sua spontanea volontà. Lei è forse il personaggio che sconvolge di più, non solo per le sue azioni ma anche per i suoi sentimenti così forti e terribili. Io fatico a mettermi nei suoi panni perché per me l'amore per un figlio viene prima di qualunque cosa e persona mentre lei lo getta via come se non avesse nessun valore. All'inizio del romanzo ammetto c'è ho faticato parecchio a entrare in sintonia con la storia, l'autrice ci fa entrare nel mondo di Borgo Opaco a piccoli passi per poi catapultarci in una sequenza di avvenimenti vorticosa fino a un finale con il botto. É una storia potente e particolarissima, io fin da ragazzina a sono sempre stata attratta dalla mitologia e in questa storia possiamo trovare un bel mix di miti norreni, classici, celti ed egizi accompagnati dall'Antica religione italica. Al di là della componente strettamente fantasy ho apprezzato molto i riti e le usanze tratti da queste religioni che in alcuni casi sono  alla base anche dei nostri usi e costumi. Ogni anno in questo periodo mi tocca sentire assurdità di ogni genere sulla festa di Halloween, un "americanata " viene definita, quando in realtà è una festa celtica più antica di quella cristiana. Samhain, è il capodanno celtico, la festa che sancisce la morte dell'anno vecchio e la nascita di quello nuovo, la fine della stagione calda e l'arrivo del freddo e delle tenebre. Ho sempre trovato bellissime queste culture antiche e ho apprezzato tantissimo trovarle in questo romanzo (ne parlerò più ampiamente nella mia tappa di Approfondimento il 7 novembre...vi aspetto per parlarne assieme) . Lo consiglio vivamente a tutti gli appassionati di mitologia, a tutti coloro che amano le storie forti e oscure. I miei complimenti questa autrice giovane ma di talento che dal nulla ha saputo creare un mondo nuovo e unico. 






venerdì 16 ottobre 2020

Blogtour Le cronache di Alaster : Elfi, nani e altre razze



Elfi

Sono creature di bell'aspetto,alti, esili e slanciati, hanno lunghi capelli e occhi chiari, invecchiano molto lentamente e rimangono d'aspetto sano e vigoroso dal raggiungimento dell'età adulta in poi ma anche loro possono morire non sono infatti invulnerabili. Sono generalmente abbigliati con vesti semplici ma create con tessuti di ottima qualità. Sanno usare la magia e anche la telepatia. I loro villaggi sono fatti di capanne ricavate con il legno vivo della foresta che cresce attorno a loro. Gli elfi dopo una sanguinosa guerra, durante la quale è perito il loro re Oberon, si sono allontanati da tutte le altre razze e si sono rinchiusi volontariamente nei loro reami boscosi nell'est, da lì non escono quasi mai. Odiano tutte la altre razze e uccidono a vista tutti coloro che si avvicinano ai loro territori.




(immagine presa da internet)


Elfi oscuri

Di loro sappiamo ancora poco a parte il fatto che utilizzano la magia per scopi malvagi e hanno la capacità di vedere nel buio più totale anche se non in maniera perfetta, le immagini risultano loro un pò sfocate .









(immagine presa da internet)


Mezz'elfi

Un mezzelfo è il figlio dell'unione tra un umano e un elfo o di due mezzelfi, hanno delle caratteristiche fisiche delle razze di entrambi i genitori.
 La mezz'elfa Myra ha infatti le sembianze più simili agli umani ma ha ereditato le orecchie a punta degli elfi




 


(immagine presa da internet) 


Nani

Sono di bassa statura, massicci e dalle membra tozze e amano sfoggiare folte barbe.Un tempo i nani erano un popolo numeroso, i loro reami si estendevano nel sottosuolo, dove avevano costruito intere città formate da giganteschi labirinti con dormitori,magazzini, coltivazioni sotterranee e forge per la lavorazione dei metalli. I nani infatti sono leggendari per la loro maestria in tale arte. Famose sono soprattutto le loro armi, di foggia straordinaria anche se nella forma diversa da quelle degli uomini. I nani venerano il Drago della Terra. 
                                                                                   Attualmente dei loro stupendi regni ne rimane solo                                                                                     uno mentre gli altri sono andati perduti e sono stati                                                                                     invasi da orchi e goblin.

(immagine presa da internet)


Mezzuomini

Sono di aspetto simile agli uomini ma molto più piccoli, alti più o meno come dei bambini. Possono svolgere qualunque tipo di lavoro, dai commercianti agli studiosi, data la loro bassa statura non sono generalmente dei grandi combattenti ma sono coraggiosi.








(immagine presa da internet)


Goblin

Sono esseri piccoli, snelli, hanno gli occhi rossi e delle vocette acute e gracchianti. Si aggirano generalmente in gruppi per darsi man forte dato che si spaventano facilmente.














(immagine presa da internet)



Orchi

Gli orchi hanno un fisico massiccio e poderoso, sono alti circa il doppio di un uomo e grossi tre volte tanto. La loro pelle va dalle tonalità del grigio-verde a quelle del grigio-rossiccio. Sono crudeli e terrificanti, a differenza dei goblin non sono completamente stupidi infatti capita che comandino delle squadre.
(Immagine presa da internet)



Viverne:

Assomigliano ai draghi ma non possiedono le zampe superiori ma hanno solamente degli artigli sulle estremità delle ali. Sono forti e veloci, possono trasportare sulla loro groppa persino degli orchi.




(immagine presa da internet)



Draghi


Creature leggendarie, sono secoli che non vengono più visti nella terra di  Jordin, nell'Impero vengono ancora venerati al pari di divinità. Si narra che avessero poteri incalcolabili.



 


giovedì 15 ottobre 2020

Blogtour-Presentazione : Al di là di Borgo Opaco di Emanuela A. Immineo


Buongiorno a tutti da oggi inizia il Blogtour organizzato da Emanuela Imineo del blog Il mondo di sopra per il suo romanzo Al di là di Borgo Opaco.
Un libro dark-fantasy particolare e intrigante che vi trascinerà in un mondo fatto di magia e mistero. Pagina dopo pagina sarete ammalati da questa giovane autrice. 


Titolo: Al di là di Borgo Opaco

Autore: Emanuela A. Imineo (Autrice già per Amazon per Guarda oltre ciò che vedi)

Prezzo: 12,99€

Pagine: 360 con illustrazioni

Isbn: 979-1220068529

Acquista su Amazon e nelle migliori librerie. E su Kindle Unlimited è gratis!


Trama: Tra i picchi delle più alte montagne, punto d'incontro di Umani e Dei crudeli, c'è un luogo maledetto dove il buio quasi diventa suono, assordante e oscuro. Con la luce del sole però torna a essere Borgo Opaco: un villaggio unico, malinconico e ridente, dove culti e i riti di ogni epoca e provenienza convivono in serenità. Tra i suoi abitanti troviamo Moon, un'adolescente che professa l'Antica Religione. Moon ha perso i genitori e vive con Nymphe, sua nonna: una strega che, per malattia o sortilegio, non ha più la facoltà di esprimersi in maniera lucida e coerente. Tra rabbia e dolore, sacrifici umani e ricerca del proprio destino, Moon si troverà di fronte a due sentieri e dovrà compiere la sua scelta: potrà riempirsi di oscurità o sacrificarsi per la salvezza. Due incontri segneranno il suo percorso: quello con Metelaine, all'apparenza una ragazza come lei ma forse non umana, e quello con Provenza, la ninfa immortale preda della morte. Crescere è sempre scegliere, ma cosa deciderà Moon? E chi ne pagherà il prezzo? 



Qui sotto vi lascio le tappe di questo affascinante ed esoterico Blogtour 

16 OTTOBRE Simbologia del corvo nell' esoterismo sul blog Hook a Book

17 OTTOBRE La mitologia delle ninfe  sul blog Libri di cristallo

19 OTTOBRE Analisi sul paganesimo sul blog di Marika Vangone

20 OTTOBRE Analisi sull'ambientazione del romanzo sul blog  di Cristina Benedetti

21 OTTOBRE Analisi psicologica /riflessiva / introspettiva sulla figura dell'adolescente sul blog di Ilaria ti consiglia un libro

22 OTTOBRE Analisi sul libero arbitrio sul blog Over the hills and faraway

23 OTTOBRE Analisi sulle streghe italiane sul blog The Mad Otter

24 OTTOBRE Il Dio Anubi sul blog di Federica Lucente

26 OTTOBRE Scopri le divinità sul blog Red Kedi

27 OTTOBRE Leerbe delle streghe sul blog di Mariarita Phoenix Loseto

28 OTTOBRE Dark fantasy nel cinema sul blog di  Irene Marino

29 OTTOBRE Dark fantasy nella letteratura sul blog di Anamaria Scuderi Grofu 

30 OTTOBRE  Provenza e la follia sul blog Cronache di lettrici accanite

RECENSIONE SU TUTTI I BLOG IL 31 OTTOBRE

2 NOVEMBRE  La strega della luna sul blog di Emanuela Navone

3 NOVEMBRE Entra con me sul blog La lettrice al contrario

4 NOVEMBRE Il fantasy italiano e perché viene sottovalutato sul blog La soffitta dei libri dimenticati

5 NOVEMBRE Amuleti e talismani sul blog The Reading's Love

6 NOVEMBRE Musicoterapia sul blog La lettrice sulle nuvole

7 NOVEMBRE La Vecchia Religione- qui sul mio blog

8 NOVEMBRE Dreamcast sul blog Paper Purr

9 NOVEMBRE Estratto sul blog Infermiera Nerd

10 NOVEMBRE Le pagine nascoste sul blog di Vendë Koky




VI ASPETTIAMO NUMEROSI PER QUESTO MAGICO EVENTO




giovedì 1 ottobre 2020

Review Party : Il villaggio dei sussurri di Arianna Colomba



Titolo: Il villaggio dei sussurri
Autore: Arianna Colomba
Pagine: 263
Editore: self publishing
Data: 20 giugno 2020
Serie:  01# Cristallum

Sinossi

Doolway è la tipica cittadina in cui gli abitanti sembrano usciti dalle pagine di un libro e il tempo pare essere immobile. Per Sara e sua madre è il posto perfetto dove trasferirsi e sfuggire a un passato fatto di sangue e dolore. Eppure, anche Doolway ha i suoi segreti e continua a mormorarli tramite i Sussurri, insinuandosi nella mente delle persone. Chi sono i Guardiani? Qual è il mistero che nasconde il Villaggio? E perché i Sussurri continuano a tormentare Sara chiedendole una scatola dimenticata? Tra domande e indizi, amicizie e amore, Sara dovrà affrontare una corsa contro il tempo che la porterà a fronteggiare i demoni del passato e sbrogliare il mistero che lega la sua esistenza a quella dei Guardiani. Primo volume di una trilogia di libri auto-conclusivi, Il Villaggio dei Sussurri saprà condurvi lontano, dalla realtà dei nostri giorni, fino alla scoperta di un mondo fantastico

Recensione

Sara Donovan e sua madre decidono di trasferirsi nella vecchia fattoria dei nonni a Doolway, un paesino di mare. Sara deve in poco tempo trovare il modo di ricominciare, di ricostruirsi una vita lontano da tutto ciò che conosceva e amava. Ma non è facile, anche se da piccola aveva passato spesso le vacanze estive in quei luoghi di amicizie vere non ne aveva mai costruite. Inoltre il rapporto con la mamma è sempre teso, la donna è troppo impegnata con il lavoro per trovare il tempo di ricostruire un rapporto con la figlia o forse il dolore che emerge dal loro passato non le consente di farlo. A colorare le giornate monotone di Sara compare però Nathan, un giovane bello e affascinante, che si sta prestando per aiutarle con delle piccole riparazioni alla fattoria un pò fatiscente. Tra le poche conoscenze di Sara in paese compare Triss, vecchia compagna di giochi, peccato che crescendo sia diventata una smorfiosa dalla puzza sotto al naso. Figlia dell'uomo più ricco del paese sembra divertirsi a rendere le cose difficili per Sara. Una sera proprio per scappare alle sue angherie la ragazza fa la conoscenza di Chriss, un ragazzo più grande di lei ma parecchio interessante, il classico bello e tenebroso. L'autrice ci svela pian piano, tra i piccoli avvenimenti i segreti del passato di Sara, cosa ha distrutto la sua famiglia e il rapporto con la madre, cosa le pesa così tanto sul cuore da impedirle di vivere la sua adolescenza in maniera normale. Sara come personaggio mi piace, è giovane ma forte, ha affrontato un dolore indicibile nel suo passato ma continua a combattere senza piangersi addosso. Il rapporto con la mamma è difficile, ma lo è per ogni adolescente che si rispetti e lei nonostante tutto cerca di farlo funzionare, di perdonare le assenze di una madre che soffre. Il suo tentare di ricostruirsi una vita lontana dalle vecchie abitudini è molto coraggioso. Il rapporto che si crea con Chriss è un pò strano all'inizio, lui è molto enigmatico e evidentemente reticente, ma affascinante a modo suo. Nathan invece perde il suo fascino quasi subito, non mi ha colpita particolarmente. Triss si rende da subito odiosa, la classica antagonista da liceo americano, bella ricca e antipatica, di quelle che si divertono a bullizzare le ragazze più fragili ma con Sara ha qualche difficoltà considerando il fatto che la ragazza se ne infischia dei suoi modi scortesi e anzi le restituisce il favore appena può. Ma la storia non è così semplice ad un certo punto infatti entra in campo la componente fantasy, lo fa piano senza eccedere, con piccoli accenni che mettono parecchia ansia. In casa di Sara capitano diversi eventi inquietanti, che la allarmano non poco. Nel passato della ragazza infatti c'è parecchio di più di quello che lei stessa ricorda e pian piano ricomincia ad affiorare fino ad emergere con una rivelazione a dir poco stupefacente. Il finale è chiuso ma non del tutto, l'autrice lascia aperto uno spiraglio per il seguito lasciandoci con la voglia di scoprire cosa accadrà nel futuro alla protagonista e ai suoi amici. Ho trovato molto belle anche le descrizioni dei luoghi, ben fatte e dosate nel modo giusto per dare al lettore un idea precisa di dove si svolgono gli eventi ma senza annoiare con descrizioni troppo dettagliate. La storia scorre fluida e lo stile narrativo dell'autrice mi è piaciuto molto, semplice ed efficace. Unica pecca, dal mio punto di vista, l'ingresso della componente fantasy. Non dico che mi sia dispiaciuto ma ho trovato il passaggio dalla parte realistica a quella totalmente fantasy troppo veloce e troppo potente, avrei preferito meno fantasy e più paranormal. Nel complesso è una storia molto godibile, affronta dei temi anche importanti come la morte di persona care e i rapporti familiari per gli adolescenti, l'amore,l'amicizia e il bullismo anche se tutti in maniera molto romanzata, adattissimi per un pubblico adolescenziale. Una lettura che consiglio vivamente.



lunedì 28 settembre 2020

Presentazione del Blogtour delle Cronache di Alaster, Drago di Leonardo Tomer

 


Cari lettori,

Buongiorno e benvenuti in un mondo fantastico fatto di fuoco, fiamme, amicizia, crescita, duelli, luoghi straordinari e magici e...DRAGHI!!!


Oggi, Lunedì 28 Settembre, inizierà un viaggio carico di avventura alla scoperta di Jordin, dove le Blogger partecipanti ci guideranno con entusiasmo per lande inesplorate, tortuosi labirinti, ed eventi epici, narrandoci i punti salienti di questo romanzo, che sicuramente ci stupiranno e faranno venir voglia di scoprire sempre di più di questo fantastico mondo.

L'evento ci terrà compagnia fino al 26 Novembre, e avrete tutto il tempo di innamorarvi di questa storia, di cui potete leggere tutte le tappe di seguito.

Quindi, non mi resta che augurarvi buona lettura, o meglio, buon viaggio! ;-)


Tenetevi forte, questo magnifico e mastodontico evento sta per prendere il volo!!




domenica 27 settembre 2020

Recensione : Cappuccetto rosso sangue di Sarah Blakley-Cartwright


Titolo: Cappuccetto Rosso Sangue

Autore: Sarah Blakley-Cartwright

Edito da: Mondadori

Genere: Adult Fantasy-horror

Pagine: 288 p.


Sinossi

Valerie, una coraggiosa ragazza a cui la nonna ha donato un manto di seta rosso, vive nel piccolo villaggio di Daggorhorn, assediato da anni da un lupo mannaro. Di giorno la belva prende sembianze umane e di notte, quando la luna ha il colore del sangue, si aggira per i boschi e uccide senza pietà. Il Lupo potrebbe essere chiunque: Peter, il giovane solitario e misterioso di cui Valerie è innamorata, il ricco Henry, a cui la ragazza è promessa in sposa, Lucie, la dolce sorella che Valerie adora e a cui vorrebbe assomigliare, o chissà chi altro.Mentre la popolazione, sempre più spaventata, decide di chiamare un cacciatore di licantropi, la ragazza dal manto rosso percepisce un insistente richiamo:Vieni via con me...

Recensione 

Valerie è la protagonista e la voce narrante di questo romanzo,è nata e cresciuta in un piccolo villaggio ai margini del bosco,dove lei e sua sorella maggiore si recano spesso per far visita alla nonna. Nel bosco però vive un mostro,un terribile lupo mannaro che ogni mese miete le sue vittime. Il villaggio vive da sempre in un rassegnato terrore finché un brutto giorno il lupo attacca Lucie,la sorella di Valerie e la uccide. Il villaggio sconvolto decide di ribellarsi e chiama padre Solomon, un cacciatore di lupi,un uomo assetato di sangue e accecato dalla vendetta. Valerie nel frattempo vive tra il dolore per la morte della sorella,la frustrazione per un matrimonio che le viene imposto e il suo amore per Peter,suo compagno d'infanzia. Henry il suo promesso sposo è un giovane ricco ma anche buono e innamorato ma per lei non è altro che un amico. Il romanzo essendo un approfondimento del film non è niente di particolare,considerato che perde totalmente la parte visiva che nel film è predominante. E' un storia carina ma niente di più, i personaggi sono ben caratterizzati, i luoghi ben descritti e il dubbio che si insinua tra i protagonisti sulla vera identità del Lupo è costruita bene ma a mio avviso manca di qualche cosa, per me non c'è stata la scintilla. Inoltre ho trovato molto fastidioso il fatto che per leggere il finale sono stata costretta a cercare l'ultimo capitolo su internet!!ma stiamo scherzando? và bene la pubblicità ma così è troppo, posso tranquillamente affermare che questo scherzetto mi ha tolto tutto il gusto per la lettura!



venerdì 25 settembre 2020

Recensione : Ciak! Ti amo di Belle Landa


Titolo: Ciak! ti amo!

Autore: Belle Landa

Pagine: 334

Editore: self publishing

 

Sinossi 

Audrey è giovane, frizzante, con un grande talento per la recitazione e un sogno: approdare nell’Olimpo di Hollywood.Raffaello è bellissimo, presuntuoso e sicuro di sé, con un’avviata carriera nel mondo del cinema che ancora non gli ha dato ciò che desidera: un Oscar.Dopo uno scontro iniziale fatto di malintesi e figuracce in diretta Tv, i due dovranno collaborare per la buona riuscita del loro prossimo film: il remake di un’amatissima commedia romantica.Un viaggio a New York, i problemi sul set e la vita difficile di Audrey li faranno avvicinare, molto più di quanto i due avessero pensato.Un mix eccitante, un incastro perfetto tra Lalaland, C’era una volta ad Hollywood e Pretty Woman.Dall'autrice di Amore e popcorn, che ha raggiunto più di 2.500 lettori!e la novella di Natale Amore e pandoro.belle.landa@libero.itinstagram @bellalandawriterfacebook https://www.facebook.com/bellalanda


Recensione 


Audrey è una ragazza come tante con problemi famigliari, un lavoro saltuario e sempre pochi soldi in tasca. Vorrebbe fare l'attrice a Hollywood, il suo sogno è il red carpet, dopo essere stata scelta come protagonista di un telefilm per adolescenti inizia la sua scalata al successo fino al giorno in cui spunta l'occasione della vita, quella che potrebbe lanciare la sua carriera verso le stelle. Peccato che il suo coprotagonista sia un emerito imbecille e che nonostante sia un uomo bellissimo abbia un ego così grande da faticare a passare sotto le porte. Inizia così dopo vari incontri e scontri con Raffaello un tentativo di riconciliazione, se vogliono lavorare assieme devono riuscire a non strangolarsi a vicenda. Ma come è giusto aspettarsi da questi scontri nasce l'attrazione reciproca. Riusciranno a gestire questo loro odio/amore? Sapranno lavorare fianco a fianco in una produzione che potrebbe donare a entrambi tutto ciò che hanno sempre sognato?

Audrey è una ragazza giovane ma determinata, molto, forse troppo, testarda e irruente. In linea di massima l'ho trovata molto simpatica, una macchietta buffa in certe occasioni. Il suo rapporto con Raffaello è sicuramente molto intenso e in molte occasioni i due assieme riescono a strappare al lettore una bella risata. anche se io personalmente non amo i rapporti troppo conflittuali, per esperienza di vita so che generalmente non rendono mai felice nessuna delle due parti in questione. Mi è piaciuto molto invece il suo rapporto con i personaggi secondari della storia come Clarissa e Phoebe. Mi è dispiaciuto invece che il rapporto con il fratello sia stato messo da parte lungo la strada. Audrey ha anche un passato difficile, il papà ha abbandonato la famiglia dopo la scoperta della malattia della mamma. La donna malata di Alzheimer sta perdendo gradatamente e a fasi alterne ogni ricordo della sua vita tanto che a volte non sa neanche chi siano i suoi stessi figli. I due ragazzi dopo la scomparsa del padre hanno dovuto crescere in fretta per prendersi cura della mamma. Una storia molto triste e toccante, le malattie genetiche possono essere veramente devastanti per coloro che devono conviverci. Ho apprezzato veramente molto il fatto che l'autrice abbia toccato un tema così importante.